• FP CGIL del Trentino

Riapertura delle Rsa: lavoratori esclusi dal tavolo per i protocolli

Provincia, Upipa e Spes siedono assieme, allo stesso tavolo, per predisporre i protocolli necessari a riaprire ai parenti le case di riposo, senza più plexiglas o barriere. «Un tavolo molto qualificato – spiega il segretario generale della Fp Cgil Luigi Diaspro – ma presso il quale si è accuratamente evitato di mettere una sedia per i lavoratori che, quei protocolli, li dovranno poi mettere effettivamente in pratica nelle strutture.

Non saranno i rappresentanti legali di Provincia, Spes e Upipa - che al tavolo dettano le regole, a debita distanza dal luogo di applicazione delle stesse - a vedersi ancora una volta cambiati i carichi di lavoro e i rischi di contagio. Non scordiamolo: anche se la maggioranza degli ospiti è vaccinata, questo non è garantito per l’ampia platea dei loro familiari in visita. Aggiungiamo che alcuni ospiti – per loro scelta – non sono vaccinati e che, da quanto apprendiamo dalla stampa, si parla di ampliare le visite anche a più di un familiare per volta».

Fp Cgil condivide l’obiettivo di dare risposta al bisogno fondamentale, per utenti anziani e familiari, di potersi rivedere e forse riabbracciare in modalità ovviamente sicure e protette per tutti, ma sarebbe molto opportuna e forse necessaria la condivisione con il sindacato che, lo ricordiamo, ha contribuito in larga parte all’elaborazione delle linee guida per la sicurezza nelle Apsp trentine.

«Sollecitiamo pertanto Provincia, Upipa e Spes a convocarci: i rappresentanti dei lavoratori sapranno apportare un contributo positivo al miglior esito di questa delicata fase».

17 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti